PRESEPE DELLA PARROCCHIA DI SANT'ANGELO A LEGNAIA - FIRENZE

Il presepe della Parrocchia di Sant'Angelo a Legnaia, presso Firenze, è di tipo tradizionale, realizzato con caratteri artistici.

Inaugurazione 8 dicembre 2014
Chiusura: seconda settimana gennaio 2015

Parrocchia di Sant'Angelo, Legnaia
Firenze, via Pisana 414
www.santangeloalegnaia.it
www.santangeloalegnaia.altervista.org

Contatti:
Tel. 055-700583
Mail. f.nunziati@alice.it

Ogni anno, come del resto in tante altre parrocchie, viene allestito “IL PRESEPE”, grazie anche agli appassionati che ogni anno si cimentano nella preparazione , senza presunzione alcuna, ma nella consapevolezza di tramandare una “cultura cristiana” facendo rivivere in coloro che lo visitano,  il momento della nascita  del Signore, sia essi bambini o adulti.


Dal 1978 al 1990 viene riportata una piccola documentazione fotografica (ciò che è stato possibile reperire). Mancano tanti anni alla raccolta in considerazione che il Presepe veniva sempre realizzato fin dal 1950.

Dal 2006 al 2012 è stato allestito nel Chiostro della Nuova Chiesa dove nell’angolo centrale veniva predisposto un palco triangolare di circa 15 mq. In questo periodo i personaggi primari erano statue completamente in gesso, che oscillano da 80 a 50 centimetri di altezza; queste, più volte restaurate con cura, risultano acquisite dalla Parrocchia nei primi anni ’50.
Nel 2013 è stato allestito in una stanza nel sottochiesa, con una struttura fissa di circa 30/35 mq. dove vi è intenzione di lasciarlo montato  e di anno in anno cambiare paesaggio e collocare di volta in volta anche con personaggi in movimento. I personaggi presenti sono stati cambiati nel primo piano e nei successivi con statuette da 30, 18, 13, 10 cm.
Le tecniche di allestimento (ambientazione, paesaggio, sfondo, piante, ruscelli, illuminazione, ecc.) continueranno  a cambiare di anno in anno per scelta ben precisa, usando qualsiasi tipo di materiale “povero” fino alle sofistificazioni moderne come “alba, giorno, tramonto, notte” , “suoni, rumori, musiche” tramite una centralina,  e anche l’uso delle “fibre ottiche” per la rappresentazione delle stelle.





Nessun commento:

Posta un commento