SAN MINIATO BASSO, PRESEPE VIVENTE AFFLUENZA DA RECORD

Il presepe vivente di San Miniato Basso, con oltre duecento figuranti e un migliaio di persone coinvolte nell'organizzazione e nell'allestimento, ha visto una partecipazione veramente notevole, favorita dal nuovo percorso proposto che dal centro del paese si è diretto verso la chiesa dei SS.Martino e Stefano per poi svilupparsi, una volta oltrepassato l'arco romano, nel piazzale adiacente la nuova chiesa dove sono rappresentate le scene principali. Le scene dell'Annunciazione, della visita a Santa Elisabetta, del censimento e della Natività sono state sottolineate, oltre che dalla narrazione, dal canto dei Pueri Cantores.



Tanti visitatori nel giorno di Natale e nel giorno di Santo Stefano ai presepi artistici e tradizionali nel cuore della Toscana. Le Terre di Presepi, lungo i suoi settanta chilometri aspettano, e così per i prossimi giorni, le gite organizzate, i pulman di famiglie provenienti da tanti luoghi d'Italia. Ognuno può fare il proprio itinerario o dividere in più giornate il percorso alle rappresentazioni presepiali.

Tutti i presepi artistici meritano di essere visitati, al pari di quelli tradizionali, un'occasione per compiere un viaggio alla scoperta della Natività e al tempo stesso per conoscere meglio tante realtà nel cuore della Toscana. Cigoli, Castelfiorentino, Lecore, Firenze Isolotto ai Bassi, Petroio di Vinci, San Miniato, San Romano, Montopoli, Nicosia di Calci e tutte le altre località sono pronte ad accogliere i visitatori, malgrado alcune file per entrare dovuta all'alta affluenza.
A Cigoli i volontari hanno preparato nell'attesa a chi fa la fila per entrare davanti al santuario castagne arrostite gratis per tutti e attendono alcuni pulman di visitatori provenienti dalla Spagna e offrono la possibilità di visitare il mercatino della solidarietà e i presepi realizzati dai bambini nella chiesa di San Rocco, mentre a San Romano, in attesa del presepe si può partecipare alla pesca di beneficenza o visitare i piccoli presepi del mondo.
"Terre di presepi è anche, arte e musica - sottolinea Fabrizio Mandorlini - A Lecore (Signa) domani ci sarà in concerto il cantautore Riccardo Marasco, a Castelfiorentino al concerto del Coro San Lorenzo è seguito il presepe vivente in musica e danza", domani (sabato 27 alle ore 11) ci sarà la presentazione in piazza del Seminario a San Miniato del calendario dell'avvento, mentre è possibile visitare fino a gennaio la mostra "Essere" dell'artista Mukja Gramoz (Amos) allestita in una sala adiacente al chiostro del santuario di San Romano".

Sotto: Le foto del presepe vivente di San Miniato Basso




 















  

















Nessun commento:

Posta un commento