COMITATO

Terre di presepi è un comitato di coordinamento promosso da presepisti e parrocchie, nel cuore della Toscana in collaborazione con le relative diocesi di appartenenza. Luoghi e chiese dove il tempo di Natale diventa tempo di fede grazie ai presepisti che trasformano l'evento della Natività in vere e proprie opere d'arte.
Terre di presepi ha come scopo valorizzare, promuovere, coordinare e incrementare la tradizione del presepe con iniziative che facciano conoscere a tutti gli uomini di questo tempo il messaggio degli Angeli a Natale: "Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini che egli ama".
Terre di presepi diventa così proposta per visitatori del territorio toscano e non, coordinando e proponendo iniziative che abbiano attinenza con il Natale (mostre, iniziative culturali, concerti etc) in modo da realizzare un calendario organizzato e condiviso del Tempo di Natale, a completamento della proposta presepistica. Le iniziative avranno come calendario dalla Prima Domenica di Avvento fino al giorno del Battesimo di Gesu', nella seconda domenica di gennaio. 
Un lungo percorso illuminato dalla stella cometa, lungo le valli dell'Arno e dell'Elsa, da Firenze a Pisa, dove le colline e gli scorci paesaggistici di questa terra incontrano i presepi artistici e diventano a loro volta presepi naturali per accogliere in un itinerario unico i viaggiatori del nostro tempo. I centomila visitatori attesi in visita ai presepi possono così entrare e meditare, attraverso le varie tappe nelle Terre di Presepi, il mistero della Natività in un linguaggio universale ereditato dalla lunga tradizione cristiana. 
www.terredipresepi.blogspot.it
https://twitter.com/TerrediPresepi
E-mail: terredipresepi@gmail.com
Facebook Terredipresepi
Hashtag per Facebook, Twitter e Instagram: #terredipresepi
Terre di presepi
Coordinamento: Silvia Dominici, Stefano Mattii, Fabrizio Mandorlini
Segreteria operativa: c/o Pro Loco San Miniato 0571 42233
Ufficio stampa: Fabrizio Mandorlini 329 9875817
Web: Francesco Fiumalbi e Michela Ricciardi

Nessun commento:

Posta un commento